TESTIMONIANZE





20 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie a questo corso ho potuto maturare un esperienza unica! I complimenti allo Staff!

Celeste ha detto...

Il corso è tenuto da una persona molto preparata e ti insegna a difenderti in situazioni quotidiane. E' un modo divertente per imparare a difenderti sul serio!

Mary ha detto...

Qualche tempo fa un uomo ha tentato di estorcermi un bacio con la forza. Ho reagito, è andato via. Mi è andata bene, ma ho rischiato. Ho avuto paura. E rabbia. Con paura e rabbia ho iniziato questo corso. Ho scoperto però un'avventura inattessa, alla scoperta di me stessa. Un percorso fisico e mentale grazie al quale sto entrando nelle mie paure per superarle. La guida è un istruttore che mi piace definire Maestro. Capisce ogni allievo, ne esalta le virtù e lavora sui difetti. Motiva, sprona, insegna. Un cammino che consiglio, e che personalmente continuerò ancora a lungo.

Anonimo ha detto...

Olsi è un grande istruttore e un bravo maestro, oltre all'umiltà e alla completa dedizione a queste discipline, sa combinare creativamente il Sambo con il Jiu Jitzu, non è poco ai giorni nostri dove gli soprts e le arti marziali sono concepite dal regime come introiti di monete e coltivazione dell'egocentrismo anzichè diffusione preventiva di benessere psicofisico collettivo, individuale e solidarietà sociale e di genere !

Bravo Olsi, avanti così !

Vladimirovich Gagarin

Sabry ha detto...

C’è stato un momento in cui, circa due anni fa, mi sono resa conto che non mi sentivo più sicura nel girare per la città da sola.
Non so se sia stato dovuto all’aumento di casi di aggressioni o al mio essere cresciuta e all’aver un po’ perso quell’incoscienza che da giovane ti fa sentire inattaccabile, quello che so è che il sentirmi vulnerabile mi ha fatto paura e allo stesso tempo arrabbiare.
Ho così cercato un corso che mi aiutasse a riacquisire sicurezza, serenità e controllo.
Non potevo sapere che avrei trovato molto di più.
Ho un ricordo bellissimo di questo corso e delle persone che ho incontrato frequentandolo.
L'ambiente informale, la semplicità e la disponibilità degli altri alunni, mi hanno fatto sentire fin da subito a mio agio.
Olsi è stato più di un istruttore, una vera e propria guida.
Mi ha aiutato con gentilezza e determinazione ad affrontare molte mie paure, dalle più stupide a quelle più radicate e di questo gli sarò sempre grata.
Ho solo un rimpianto, quello di aver interrotto il corso troppo bruscamente, ma mi sono ripromessa che lo riprenderò presto.

Margherita ha detto...

Un corso che tutte le donne dovrebbero provare per imparare a difendersi in situazioni che le vedono spesso vittime di aggressioni. Il maestro, con la sua ottima preparazione, riesce a trasmettere il valore e l'importanza di questa disciplina, accostando alle lezioni una buona dose di divertimento che non guasta mai. Assolutamente consigliato!!

Sara ha detto...

Dicono che quando ti aggrediscono ci sono due tipi di paura: la paura che ti immobilizza e la paura che ti fa reagire. Ho iniziato il corso di difesa con Olsi e Gigi un anno fa con lo scopo di essere un po' più sicura di me e di sapermi difendere in brutte situazioni, contando che non sono per niente atletica. Cosa ho imparato? Ciò che ci viene insegnato sul tatami non serve per fare risse, ma solo per difendersi; l'effetto sorpresa è vitale; l'aggressore attacca sempre persone deboli su cui è sicuro di avere la meglio, facciamogli cambiare idea; mors tua vita mea; i gioielli di famiglia fanno sempre male e un buon calcio funziona sempre! Il risultato? Psicologicamente sono maturata molto, i miei riflessi sono molto più pronti e soprattutto reagire è diventato istintivo, in qualsiasi posizione l'aggressore mi attacchi. Quindi: GRAZIE OLSI E GIGI!

Alessandra ha detto...

Il motivo che mi ha spinta a frequentare questo corso era finalizzato ad acquisire tecniche di difesa utili a gestire un’ eventuale situazione di pericolo. Quando ho incominciato, ho pensato, inizialmente, che non fosse una tipologia di corso adatta a me e che non fosse il caso di proseguirlo, dal momento che facevo fatica a porre in essere un comportamento di difesa pur di fronte ad un atto di aggressione simulato; questa difficoltà personale che ho riscontrato mi ha indotta, però, a riflettere sulla necessità stessa di continuare il corso al fine di modificare un mio aspetto comportamentale dominato essenzialmente dalla paura e dall’ insicurezza.
Adesso sono contenta della scelta che ho operato, le sensazioni che provo ora sono completamente diverse rispetto a quelle iniziali; attraverso una continua esercitazione, infatti, ho interiorizzato dei meccanismi reattivi automatici scaturenti dalla rappresentazione di una situazione di pericolo riproposta costantemente, riuscendo in tal modo a superare quel blocco emotivo iniziale che non mi consentiva di opporre alcun comportamento di reazione. Per il conseguimento di questi risultati, ringrazio in particolar modo il mio maestro Olsi verso il quale nutro una profonda stima per la sua correttezza, professionalità e per avermi seguita con attenzione in questo mio percorso di maturazione interiore.

Palma ha detto...

Da molti anni avevo il desiderio di frequentare un corso di difesa personale, può sempre servire, mi dicevo, ma il mio momento storico è arrivato solo dopo che ho subito sulla mia pelle l’aggressione fisica. Mi sono iscritta al corso di Milano Difesa Personale per caso, ma seguendo il cuore, perché mi è piaciuta da subito l’atmosfera del gruppo. E da lì è iniziato per me non un semplice “corso sportivo” ma un “percorso di risalita”, una grande sfida contro me stessa e le mie paure: la paura del contatto fisico, di sentirmi le mani dell’altro addosso, di cadere a terra, la paura del pericolo. Perché affrontare un’aggressione non è una cosa naturale e accade per lo più inaspettatamente. Durante il corso abbiamo imparato a leggere i segnali del pericolo, per poter individuare il potenziale aggressore e prevenire la sua mossa, impedendogli di metterci le mani addosso. Se questi riesce a prenderci per gli indumenti o varie parti del corpo, abbiamo visto quali mosse adottare per divincolarci dalla presa, e possibilmente colpirlo per distrarlo e avere modo di scappare. Imparando a conoscere il nostro corpo, i punti deboli e doloranti o più soggetti a frattura, sappiamo dove colpire l’altro per cagionargli dolore e fargli mollare presa. Affrontare un’aggressione, non è disputare un incontro di boxe: noi donne siamo svantaggiate fisicamente, a livello di forza e muscolatura, quindi a meno che non abbiamo una preparazione atletica alla base o il nostro aggressore sia esile, ci veniamo a trovare nella situazione in cui non siamo in grado di sostenere uno scontro o attaccare. L’obiettivo è far scattare l’allarme attirando l’attenzione, cercare di divincolarci e scappare, impedire all’aggressore di approfittare del nostro corpo o di fracassarci a terra, infierendo su testa e parti vitali. Non abbiamo tempo, 3 minuti al massimo ripete Gigi, il nostro “tutor”, per salvarci. Quindi ci alleniamo sulla velocità di reazione, e l’utilizzo delle leggi della fisica, che ci vengono in aiuto, anche se strutturalmente siamo decisamente svantaggiate rispetto all’aggressore: sfruttando il nostro peso associato alla forza di gravità, fare leva su polso-dita-gomito del nostro aggressore, per torcergli il braccio e costringerlo a terra, e poi colpirlo e fuggire…ecco una cosa che non sapevo, che mi può servire, per lo meno per non sentirmi perdente a priori, per reagire in modo mirato e magari, sorprendere a mia volta l’aggressore. Tante sono le tecniche, le analizziamo, le ripetiamo continuamente, perché una cosa è vederle fare, un’altra è farle. Poi lavoriamo sulla resistenza fisica: potenziamento muscolare, pugni e calci e ginocchiate, con e senza i colpitori, cadute a terra da varie posizioni. Infine simuliamo, per 60 o 90 secondi, l’ipotetica “aggressione”: lì il nostro istruttore si trasforma in nemico, lì dobbiamo tirare fuori tutto quello che abbiamo, tecnica, forza, autocontrollo, lucidità mentale, velocità, capacità di analisi, …rabbia! Quella è la prova più dura, ma ci dobbiamo mettere nell’ottica che l’aggressione può avvenire e a quel punto è una lotta per la sopravvivenza, la nostra.

Il mio percorso, per come lo vedo e lo vivo, è ancora lungo, faccio fatica a reggere il contatto fisico, è contro la mia natura, ma non voglio che di questa mi debolezza ne approfittino esseri spregevoli, nessuno ha il diritto di levare la mano su di me…la mia è una battaglia prima di tutto contro me stessa, ma con l’aiuto dei miei istruttori, nonché angeli custodi, ce la farò.

MANUELE ha detto...

Innanzitutto in questo corso si respira un bel clima fra gli allievi dove la maggior parte ha proprio voglia di imparare e allo stesso tempo voglia di fare sacrifici. Il corso riesce dopo qualche mese a farti cambiare approccio alle eventuali situazioni di pericolo e riesce a infonderti una maggiore sicurezza nel contatto fisico con l'avversario e allo stesso tempo serve anche a mantenerti in una buona forma fisica. Innanzitutto in questo corso si respira un bel clima fra gli allievi dove la maggior parte ha proprio voglia di imparare e allo stesso tempo voglia di fare sacrifici. Il corso riesce dopo qualche mese a farti cambiare approccio alle eventuali situazioni di pericolo e riesce a infonderti una maggiore sicurezza nel contatto fisico con l'avversario e allo stesso tempo serve anche a mantenerti in una buona forma fisica. MANUELE

Anonimo ha detto...

Grazie a questo corso non solo ho imparato a difendermi da un eventuale aggressione meglio di come avrei fatto prima, ma sono anche diventata più attenta, più lucida e più abile nel riconoscere e giudicare un eventuale situazione di pericolo e gestirla. E' stata un'esperienza a 360 gradi che mi ha resa una persona più forte e più sicura di se stessa.

marzia busana ha detto...

Premettendo che molti "criticano" la scelta di noi donne di iscriversi a questi corsi "per sensazione di necessità" e non solo e unicamente per sport..(forse dovrebbero essere più sensibilizzati su cosa significa avere paura...) ebbene..tant è...questa è la realtà. Nello specifico di questo corso penso che la sensibilità e l'attenzione rivolte dai nostri Maestri ad ogni allievo.."vecchio" o nuovo...sia distinzione di professionalità..e che..unite all'alta tecnica e al clima di familiarità e di squadra possano testimoniare l'appiena soddisfazione mia e...di tutti noi. Marzia.

Elisabetta ha detto...

Il Maestro Olsi rende il corso molto professionale.
Avevo fatto arti marziali anni fa e di recente ho deciso di partecipare a questo corso su segnalazione di un'amica.
Bello, professionale, aumenta l'autostima. Non è affatto vero che noi donne non possiamo difenderci.
Dobbiamo crederci, non rassegnarci ed essere vittime.

Viola B. ha detto...

Ho visto una presentazione del corso presso la Casa delle Donne di Milano. Il tema della difesa personale mi ha sempre interessato, perché credo nell'importanza di essere quanto più possibile preparati, in ogni situazione, in tutti i sensi.

Olsi è un insegnante eccellente, in grado di approcciarsi a tutti e tutte, dando i giusti consigli per superare le inertezze e imparare a conoscere le proprie potenzialità fisiche e sviluppare la capacità di focalizzarsi.
Parte dai fondamentali per arrivare, un passo alla volta a trasmettere le strategie e le tecniche per essere preparati a reagire in situazioni di pericolo. Prima ancora, sa insegnare come riconoscerle ed evitarle.

Ho seguito il corso in due palestre diverse, tre giorni a settimana, per tre mesi. Ho notato subito i primi risultati, l'energia, la consapevolezza.
Ho imparato poche semplici regole che mi sono state utili nell'unica occasione in cui mi sono trovata in difficoltà, da sola.

Consiglio questo corso a tutti e tutte.

Beatrice ha detto...

Ho decisa di iscrivermi al corso spinta dalla curiosità e dalla voglia di svagarmi. Ora dopo un mese mi sono resa conto di quanto sia utile e importante. Ho imparato tantissime cose che prima non avevo mai preso in considerazione. Complimenti all'associazione.
ve lo consiglio vivamente!!!!

Raffaele Console ha detto...

La prima cosa che ti colpisce entrando in contatto con Milano Difesa Personale è la passione che gli istruttori, capitanati da Olsi Krutani, trasmettono per le discipline di difesa insegnate. Una passione che presto diventa anche la propria.
Fin dalla prima lezione ho percepito di essere capitato in un ambiente dove la priorità è trasmettere le conoscenze e l’abilità necessarie per renderti più sensibile e reattivo ai pericoli, con un’attenzione particolare per i rischi che corrono le donne. Ho capito che il lavoro viene fatto senza fini lucrativi. Mi sono sentito subito parte di un gruppo e ho acquisito in breve tempo le basi per tirarsi fuori dai pericoli derivanti da comportamenti aggressivi di terzi.
Lo consiglio veramente a tutti per la grande professionalità, l’attenzione con cui vengono seguiti gli allievi e l’ambiente molto amichevole.

Caterina Ongaro ha detto...

Un corso utilissimo tenuto con la massima professionalità, competenza e passione. Olsi è uno straordinario istruttore formatosi in Russia che trasmette disciplina, equilibrio, sicurezza in se stessi, e soprattuto tecniche semplici da apprendere ma estremamente efficaci in eventuali situazioni di aggressione. TUTTE LE DONNE DOVREBBERO SEGUIRE UN CORSO DI DIEFSA PERSONALE! e questo è davvero OTTIMO!
Olsi sa creare un gruppo di lavoro armonico, l'atmosfera è molto serena e amichevole. C'è anche una buona parte di allenamento con esercizi ginnici della formidabile scuola Russa. Un'attività sociale di grande valore svolta col cuore e la passione di chi vuole aiutare il prossimo e le donne in particolare. GRAZIE MILLE :) Lo consiglierei a TUTTE e TUTTI

Anonimo ha detto...

Sono molto contenta dal corso e lo consiglio vivamente a tutti non solo per imparare a difendersi ma anche come allenamento per mantenersi in forma. Vorrei ringraziare l'associazione per averlo organizzato e sopratutto Olsi per la disponibilità, la professionalità e la passione per le arti marziali trasmessi durante il corso.

Rosalia Cataldi ha detto...

Corso molto professionale e completo che mira alla difesa personale femminile, dove grazie alle tecniche sapientemente insegnate dal Maestro Olsi, tutte, ma proprio tutte, possono imparare a difendersi nella miriade di situazioni che potrebbero capitare nella vita di tutti i giorni. Non è necessaria alcuna preparazione atletica o una forza muscolare particolare, bastano solo buona volontà, motivazione e metodo... il resto lo farà il maestro e il suo impeccabile stuff sempre pronto ad aiutarci nel perfezionare le tecniche apprese! Grazie di cuore per questa esperienza, la consiglio a chiunque. Rosalia

Francesca Bazzoni ha detto...

Da diverso tempo sentivo la necessità di imparare a difendermi per ogni evenienza: una sera in discoteca con le amiche, il parcheggio lontano da casa, una strada buia...
Ho trovato questo corso e mi sono iscritta.
Inizialmente, pensavo che avrei dovuto imparare cose necessarie e standard; ma invece ho trovato questo corso multi esperienziale: dal punto di vista fisico, mentale ed emozionale.
L'istruttore OLSI KRUTANI è iper preparato su tecniche marziali, sul corpo umano e sui benefici psico-fisici di questo corso.

Consiglio vivamente a tutti questo corso sia alle persone aggressive, sia a quelle timide di personalità per imparare a difendersi, a gestire il panico di quei momenti e per trovare anche il proprio equilibrio e far emergere sensazioni e aspetti di sé